Malattie e parassiti delle piante da esterno in estate e rimedi più diffusi

Consigli
27 luglio 2018

Le malattie e i parassiti che possono colpire le piante in giardino o sul balcone sono diverse, provocate da insetti e parassiti, o legate a una cattiva cura delle piante o ancora alle condizioni climatiche, come l’umidità, nemica numero uno delle piante.

Afidi

Gli afidi sono insetti conosciuti come pidocchi delle piante che infestano quasi tutte le piante ornamentali, sia da interno che da esterno, succhiando la linfa delle foglie che risulteranno alterate, ingiallite. La pianta nel complesso apparirà debole e appassita. Tra i danni indiretti, gli afidi possono trasmettere virus e malattie da piante infette a piante sane, danneggiando queste ultime.

 

Cocciniglia

Un parassita in grado di colonizzare piante di ogni tipo, comprese quelle grasse e gli alberi da frutto. Ne esistono migliaia di specie, ma nel caso della cocciniglia cotonosa, il parassita sarà facilmente individuabile per via della colorazione biancastra che creerà sulle foglie.

Prediligono gli ambienti non esposti al sole, con scarsa umidità e ventilazione. I danni maggiori sono provocati dalle femmine di cocciniglia che perforano le foglie che appariranno ingiallite, con macchie o raggrinzite in quanto la cocciniglia ne assorbe la linfa.

 

Marciume

Il marciume compare sulle piante quando la presenza di acqua è eccessiva, ad esempio a causa di ristagni d’acqua nei sottovasi o dopo una lunga esposizione alla pioggia. Le foglie appariranno rovinate e i rami e il tronco umidi, la pianta sembrerà afflosciarsi.

 

Malattie fungine

Oidio

È una malattia delle piante provocata da un gruppo di funghi che viene classificato con il termine Oidium che si sviluppa a causa di eccessi d’acqua. Si manifesta con macchie di colore bianco sulle foglie che poi disseccano. E’ una malattia comune e per prevenirla la cura migliore è evitare l’umidità, distanziando le piante e non bagnando le foglie durante l’irrigazione.

 

Peronospora

I sintomi della peronospora sono la presenza di macchie di diverso colore, soprattutto brune, sulle foglie; In seguito si assiste alla marcescenza della parte colpita con la formazione di muffa biancastra. Questo sintomo può provocare l’accartocciamento delle foglie e la loro caduta definitiva. Anche in questo caso, il consiglio è di evitare il più possibile l’eccessiva umidità.

 

 

I rimedi naturali

Contro gli afidi, armatevi di acqua e aglio. Preparate una soluzione con 500 ml d'acqua e una piccola testa d'aglio suddivisa in spicchi. Portate a ebollizione, lasciate bollire per 5 minuti e fate raffreddare prima di filtrare. Infine, vaporizzate sulle piante dove sono presenti gli afidi prediligendo le ore serali.

 

Contro la cocciniglia, funziona l’alcool. Preparate una soluzione di acqua e alcool (un cucchiaio disciolto in un litro d’acqua). L’alcool scioglie le sostanze cerose di cui è fatta la membrana protettiva della cocciniglia e disinfetta i forellini prodotti dall’insetto oltre a prevenire gli attacchi di altri virus o batteri. Vaporizzate la soluzione sulle foglie fino a 3 volge al giorno ogni 2 giorni, prediligendo le ore più calde. Se la pianta è delicata, meglio procedere nelle ore serali. Per risultati più rapidi, rimuovete l’insetto usando cotone imbevuto con alcool e strofinando la soluzione direttamente sulle parti colpite. Dopo questi trattamenti è bene sciacquare la pianta.

 

Contro le malattie fungine, è bene adoperarsi soprattutto sul fronte della prevenzione evitando i ristagni di acqua. I rimedi naturali più efficaci? Potatura dei rametti ed eliminazione dei frutti marci, abbinati a una soluzione di acqua e aglio, ma solo se il danno è di lieve entità. Per evitare danni ingenti, è bene affidarsi ai prodotti a base di Olio di Neem.

 

Insetticidi e repellenti

Per combattere le malattie delle piante, consigliamo l’Olio di Neem, 100% vegetale ottenuto dalla premitura a freddo dei semi dell'Azadirachta Indica (albero del Neem). È considerato un insetticida naturale ed è molto utilizzato in agricoltura per le sue straordinarie proprietà e le sue molteplici applicazioni nell'orto e nel giardino come fertilizzante oppure come repellente naturale degli insetti nocivi che attaccano le piante. Funziona contro acari, afidi, cocciniglie e con molte malattie fungine. Se hai bisogno di consigli su come usare l’olio di Neem sulle tue piante, siamo a disposizione!

Torna all'archivio